CANZONE DELLA VALCHIUSELLA

VALCHIUSELLA IN MUSICA

Anche la Valchiusella ha alcune canzoni a lei dedicate. Questa che riporto è forse la più famosa. Ha il ritmo di un tango ed è in dialetto piemontese classico e non nei vernacoli valligiani.

LEGENDA: in piemontese la “O” si legge “U” – la “Ò” si legge “O” – la “U” si legge come una U francese. La E con la dieresi (ë) si legge con pronuncia stretta.

 

VALCIUSELA

Parole di Giuseppe Lagna

Musica di Bernardino Streito

Armonizzazione di Giorgio Bernardo

 

Sponta l’alba n’tal Ciusela ch’as desvia

mentre a calo giù dai brich ci minator,

it sente ntl’aria quaicòsa ch’a bisbija;

l’è la blëssa, l’è la giòia, l’è l’amor.

 

Rit: Valciusela tses ti, tuta quanta la mia vita,

i tses la giòia e ‘l piasì,

quand la bela a nòi c’invita.

A l’è l’amor montagnin,

qoand la luna ‘ntal ciel as fa pi cita,

mentre l’aqua davsin

a compagna as bel tangò argentin.

 

Sponta l’alba n’tal Ciusela ch’as desvia

mentre a calo giù dai brich i minator,

su, sl’aotura d’un bric jie na fumela

ch’a fa sente la soa canson d’amor.

Traduzione:

Spunta l’alba nel Chiusella che si sveglia, mentre scendono giù dalle cime i minatori, tu senti nell’aria qualcosa che bisbiglia; è la bellezza, è la gioia e l’amore.

Rit: Valchiusella sei tu, tutta quanta la mia vita, sei la gioia e il piacere, di quando la bella ci invita. È l’amore montanaro, quando la luna nel cielo si fa piccola, mentre l’acqua vicino accompagna questo tango argentino.

Spunta l’alba nel Chiusella che si sveglia, mentre scendono giù dalle alture i minatori, su un’altura d’una cima c’è una femmina che fa sentire la sua canzone d’amore.

RESPONSABILE DEL SITO

AMMINISTRATORE

BVOLMC62M09E379C
EDITORS
Andrea Tiloca, Mauro Gillio, Enrico Bovio
SOCIAL LINKS
STATISTICHE
  • 252.610 visite
Traduci »