VICO CANAVESE

DSCN0114

VICO CANAVESE (m 740)  alta valle

(sede di comune e parrocchia) sup. kmq 32,77


L’abitato si adagia in un ridente pianoro alle pendici del monte Torretta delle Cime, ma ha molte isole amministrative che partono dai piedi della valle, verso Lessolo, e giungono fino negli alpeggi ai confini con la Valle d’Aosta e con la Val Soana. Al comune appartiene tra l’altro il il Monte Marzo.

I confini del comune non collimano con quelli della parrocchia, infatti, solo Novareglia fa parte del comune e della parrocchia, mentre le due frazioni di Drusacco e Inverso sono parrocchie a se stanti e il comune di Meugliano fa invece parte della sede ecclesiale. Vico un tempo fu capoluogo ecclesiastico e amministrativo dell’alta valle.

Il concentrico presenta un antico borgo pavimentato a cubetti di diorite locale, con edifici coperti a lose e con loggiati e arcate. Sua peculiarità, sono i molteplici “Voltoni” che anticamente chiudevano il paese e le numerose fontane in pietra. Bella e ariosa la piazza Garibaldi, sulla quale si affacciano signorili edifici ottocenteschi di sapore quasi urbano.

Meritano una vista l’antico lavatoio a monte della piazza con la adiacente stradina acciottolata, l’antico palazzo Sartoretto ove un tempo probabilmente risiedeva il capitolo del paese (oggi è un’abitazione privata), il “Pàlas” in regione Lunghera, con i suoi due ordini di archi a sesto ribassato, la cappella di San Rocco in regione Crant, modesto edificio votivo del settecento e la chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista con una ampia facciata neoclassica, arricchita da un elegante portico ad archi, interno tra il romanico e il barocco a tre navate e pregevoli decorazioni policrome sulla volta fatte tra il seicento e il settecento, il pulpito ligneo e i confessionali del 1730 e i dipinti dei pittori Boggio, Davico e Serralunga. Senza stonature il connubio tra antico e moderno. Pregevole l’organo frutto di una ristrutturazione ed ampliamento del precedente strumento del ‘700 del Vegezzi Bossi, con trentacinque canne e due tastiere.

A fianco della chiesa si erge il romanico possente campanile costruito in pietra tra il 1673 e il 1679 con diversi ordini di archetti. Tra le sue tre campane v’è la più grande di tutta la Valchiusella.

A Vico ha sede ed è nata la “Corale Polifonica Valchiusella” diretta da Bernardino Streito, che è stato uno dei primi cori misto a cappella piemontesi e che vanta una lunga serie di concerti in tuta Europa e di importanti incisioni discografiche.

Importanti e tuttora attive le cave di pietra e di diorite (nella foto di seguito)

DSCN0108

L’etimo è chiaramente “Vicus” = villaggio aperto, non cinto da mura. I romani lo denominavano Vicus Superior.

Principali servizi: la casa di riposo per anziani “Istituto Sant’Antonio da Padova” , la casa di cura “Il Residence”, le scuole Materna, Elementare e Media (che raggruppa tutta la valle), l’ufficio postale, due ambulatori medici, l’ambulatorio dentistico, l’ambulatorio oculistico, la farmacia, la banca, la stazione dei Carabinieri.

Il patrono del paese è San Defendente, ma col tempo ha preso il sopravvento la festa di San Giovanni Battista titolare della chiesa principale.

Vedi gli alberghi e i ristoranti nelle pagine dedicate alle strutture ricettive sul nostro sito

L'erta del Mulinas, vicolo acciotolato

L’erta del Mulinas, vicolo acciotolato

 Il Mulinas

Il Mulinas

Tetti, campanile e monti visit dal Mulinas

Tetti, campanile e monti visit dal Mulinas

Il retro della chiesa parrocchiale visto dall'area mercatale

Il retro della chiesa parrocchiale visto dall’area mercatale

Il campanile romanico (1673-1679)

Il campanile romanico (1673-1679)

Interni della chiesa parrocchiale

Interni della chiesa parrocchiale

Interni della chiesa parrocchiale

Interni della chiesa parrocchiale

Il lavatoio

Il lavatoio

Una porta chiodata a "bandiera" su una casa del 1795

Una porta chiodata a “bandiera” su una casa del 1795

Lo stretto Voltone (voton) del Canton

Lo stretto Voltone (voton) del Canton

Il Voltone Rocche 't Gal

Il Voltone Rocche ‘t Gal

La cappella dei santi Fabiano, Sebastiano e Rocco in località Crant

La cappella dei santi Fabiano, Sebastiano e Rocco in località Crant

Il parroco don Matteo Somà

Il parroco don Matteo Somà, riceve il Vescovo di Ivrea Monsignor Edoardo Cerrato (2011)

La processione di San Giovanni Battista 2010

La processione di San Giovanni Battista 2010, la statua, portata dai priori, passa sotto il Voltone della Corona Grossa

L'Istituto Sant'Antonio - Casa di riposo per anziani

L’Istituto Sant’Antonio – Casa di riposo per anziani

Tramonto dal Chiosetto

Tramonto dal Chiosetto

Sorgere del sole a Vico

Sorgere del sole a Vico (foto di Maria Grazia Alpe 2014)

Il parroco don Matteo saluta Angelo

Il parroco don Matteo saluta Angelo, il “pare del pais”, ovvero l’uomo più anziano del paese (2014)

Vecchia cartolina di piazza Garibaldi

Vecchia cartolina di piazza Garibaldi



RASSEGNA CAPRINA VICO CANAVESE NOVEMBRE 2015


VICO CANAVESE INCENDIO 03 04 05  GENNAIO 2017

RESPONSABILE DEL SITO

AMMINISTRATORE

BVOLMC62M09E379C
EDITORS
Andrea Tiloca, Mauro Gillio, Enrico Bovio
SOCIAL LINKS
STATISTICHE
  • 275.960 visite
Traduci »