MARIO ALLEGRETTI BERTRAND

 


Copia di buonre (1)L’Uomo della Sindone di Mario Allegretti Bertrand

LA SINDONE PER IL CANAVESE

esposto in permanenza presso la chiesa di San Giovanni Battista – Vico Canavese

CONOSCERE UN ARTISTA

Non è la prima volta che mi capita di conoscere un artista, sia esso votato alle arti musicali, recitative o pittoriche come Mario Allegretti Bertrand, tuttavia egli ha quella stravaganza e quella eccentricità, non costruita o ostentata, che rendono la sua figura inconsueta.

Mario Allegretti Bertrand, se ad una prima impressione può apparire uomo dall’aria piovorna e sepolcrale, è invece molto delicato e cordiale, gentile, d’una gentilezza oggi quasi scomparsa, arguto nei ragionamenti.

L’ho conosciuto anni fa a Rueglio, paese che egli si è scelto per trascorrere la vita e dare respiro alla sua arte e assieme a lui ho incontrato “L’Uomo di Galilea” la sua opera più famosa ed esplicativa. Mario vive in simbiosi con questo dipinto, vi passa giornate intere assieme per ritoccarlo, per aggiornarlo. Si può dire che questa tela sia lo specchio della sua anima, della sua fede; si, perché egli è uomo di fede profonda, incrollabile.

Oggi, a distanza di tempo, “L’Uomo della Sindone” ha cambiato compiutamente figura, fino a poter apparire un’opera totalmente differente dalla prima, sia per le policromie, che per la fattezza espressiva del volto di Cristo. Occorre invece conoscere l’autore per capire che si è trattato meramente di un’evoluzione inevitabile come quella che avviene in ognuno di noi col passare del tempo. Del resto appare difficile a chiunque rendere appieno il proprio io al primo tentativo.

L’Uomo di Galilea è esposto in maniera permanene presso la chiesa parrocchiale dei Santi Filippo e Giacomo di Rueglio, l’Uomo della Sindone è visibile presso la chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Vico Canavese.Entrambi gli edifici sacri sono aperti giornalmente.

Quello di Mario Allegretti Bertrand è un Gesù in primo piano con la città sullo sfondo, è l’Uomo che ha cambiato atteggiamento nel volto, non nell’animo ed è rimasto fedele alla sua Parola.

Mi ritengo molto fortunato di aver conosciuto sia Mario, sia il suo “Uomo” anni fa, così da aver potuto vedere l’evolversi di questa opera che nella sua intensità è eloquente testimonianza della fede del suo autore manuale, e dell’umanità vera dell’Autore primo.

Attualmente vi sono due dipinti, differenti nelle policromie,

 



L’Uomo di Galilea di Mario Allegretti Bertrand

LA SINDONE PER IL CANAVESE

IN MEMORIA DI MONSIGNOR BARTOLOMEO PELLER

Rueglio 2013

Una meditazione durata negli anni …..

 

L’OPERA HA FATTO PARTE DEL CIRCUITO DI VISITA IN OCCASIONE DELLA CINQUANTESIMA MOSTRA DELLA CERAMICA DI CASTELLAMONTE CHE SI E’ TENUTA NEL MESE DI SETTEMBRE 2010-

Per ulteriori informazioni si può consultare il sito www.allmario.altervista.org

RESPONSABILE DEL SITO E EDITORS

Luigi Bovio

BVOLMC62M09E379C
  • Andrea Tiloca
  • Enrico Bovio
  • Luigi Bovio
SOCIAL LINKS

CERCA NEL SITO

Traduci »